[essays]
Semplificazione con riserva 01/10/2010
[sourcecode][essays][01/10/2010][ITA]



Di fatto, l'autore individua un dato specifico, un nucleo dell'agire ("eliminare le differenze"), dimenticando ad esempio di rimarcare come da un punto di vista teoretico venga fatta una previa dichiarazione d'intenti e di limitazione, nell'operare un'astrazione matematica, dichiarazione d'intenti implicita che asserisce come tale obliterazione delle differenze non le cancella dal novero delle caratteristiche rilevanti, bensì le pone in secondo piano secondo la necessità funzionale del caso.
E una delle conquiste epistemologiche della fisica post-rivoluzione quantistica è proprio qui, ovvero nell'esplicitazione, nella presa di coscienza di come (cosa che accade in ogni processo di traslitterazione, di passaggio da un codice all'altro) un oggetto venga considerato solo per determinati aspetti di volta in volta, senza che questo significhi escluderne gli altri, al puro fine di calcolare e descrivere ciò che siamo in grado di descrivere.

[PREV] [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [NEXT]