[essays]
RIFLESSIONI SU POPPER - APPUNTO NUMERO 1 25/04/2009
[sourcecode][essays][25/04/2009][ITA]

.
Di contro, cade in parte anche l’analogia tra tecnica e fenotipo, poiché l’interazione retroattiva (la selezione) non è limitata all’eliminazione, da parte dell’ambiente (ovvero dei dati), dei prodotti, bensì dall’elaborazione da parte di un intelletto agente e cosciente (quello umano) di quelli che sono i dati raccolti e della loro messa in relazione con le teorie stesse. Ovviamente, a meno di non voler inserire Dio nella partita, un simile intelletto cosciente non agisce nel caso dell’evoluzione naturale.

Esiste quindi la possibilità di affermare a grandi linee che il fenotipo, esso sì sottoposto agli eventi ambientali e a continui processi di modificazione indotta, svolge comunque un ruolo a livello di interfaccia della selezione – non un ruolo principale, ma comunque una posizione integrata nel sistema. Per questo, intuitivamente, pare difficile escludere totalmente (ribaltando l’analogia) il processo induttivo nella sua ‘controparte’ epistemologica.

[PREV] [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [NEXT]