[essays]
FIGURE DELLA CRITICA 05/03/2008
[sourcecode][essays][05/03/2008][ITA]



Ad una lettura linearmente psicologica – forse adatta ad una comprensione del personaggio contestualizzato – si può però affiancare un secondo piano significante, stavolta posto su un livello superiore, cui si giunge attraverso il superamento dell’iscrizione dell’individuo “Bernadette” all’interno della sua realtà concreta.

Una lettura simbolica, insomma, volta all’enunciazione di una teoria di carattere sociologico e non solo, operata attraverso l’uso del personaggio e del suo agire su un piano di traslazione espressiva.

Se ponendo il fuoco internamente alla vicenda si può forse concordare con la prima e più semplice lettura, straniandosi, allontanandosi da essa, ed usando il tessuto narrativo come specchio di un sistema teorico, si può notare come Bernadette rappresenti invece il punto cardine della critica generale al sistema fondato sul corpus religioso.

[PREV] [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [NEXT]