[aphorisms]
La parola di Dio 04/03/2012
[sourcecode][aphorisms][04/03/2012][ITA]

Siamo resti di un'architettura ancestrale, e mi chiedo che rumore abbia fatto, estinguendosi, l'ultimo quasar perduto in un tempo non raggiungbile. Mi rispondo che so solo che il suo urlo, parola unica di Dio, non giungerà mai alle nostre orecchie, schiavo di una fisica sadica, o giungerà, semplicemente, troppo tardi, quando avremo già smesso di respirare, accecati nel lungo trapasso dalla sua sola immagine, invece, ratta e leggera. Mi rispondo che ce ne andremo, desolati, senza logos. Ce ne andremo nomadi in un universo senza più un motore, spentosi da tempo infinito, senza mai avercelo confessato.

[1]